Se porete lu lije

( si porta il corredo )

 

 

Alcuni giorni precedenti alla domenica delle nozze, si usava portare nella casa dello sposo, o in quella che sarebbe stata la casa degli sposi, il corredo della sposa e si mostrava al pubblico. Al ternine di questo passaggio di corredo, alla sera si cenava in casa dello sposo a base di baccalÓ, formaggi e i conosciutissimi " pecelattielle" (taralli); buon vino e tanta allegria, ma a tutto questo festeggiare la promessa sposa non doveva intervenire rimaneva sola, ad immaginare come sarebbe stata la sua vita coniugale!

Sempre in riferimento alle nozze, il festeggiamento si prolungava per otto giorni consecutivi, con relativi banchetti e festini, la sposa  continuava a non parteciparvi. Ai festeggiamenti si aggiungevano  " lo pannÓje " ossia coloro che pur non essendo invitati partecipavano ai balli: "lu ddÓnzje de lo pannÓje". La coppia si mostrava in pubblico la domenica seguente, per recarsi alla messa.

 

     

Sito creato ed ideato da Alfredo Crisafulli              webmaster@celledisanvito.com