LU BUCCUN

Il boccone

 

     

Rappresentava quasi un gioco di abilitą, veniva praticato dai pastori, agricoltori o da chi si recava nei campi. Ognuno di loro portava un tozzo di pane con il quale doveva pranzare; era usanza spezzarne un tozzo ed immergerlo nelle vasche delle fontane che si trovavano nei boschi, chi riusciva a far suo il boccone aveva un pņ pił di mangiare; " lu buccułn " era di chi riusciva ad afferrarlo solo con la bocca senza cadere nella fontana. L'abilitą stava nel non farlo inzuppare molto, altrimenti una volta affondato l'impresa sarebbe stata ardua. Molte volte si beveva solo tanta acqua che entrava abbondantemente per il naso.

            

Sito creato ed ideato da Alfredo Crisafulli              webmaster@celledisanvito.com